logo-metodo-astafacile-avvlello1

Come individuare (in concreto) l’immobile “Giusto” / l’opportunita’…

Aste immobiliari: se non sai COME INDIVIDUARE in concreto l’Immobile “giusto”, lascia stare… che è meglio!

Voler acquisire all’Asta un Immobile a Sconto senza sapere precisamente Come individuarlo è come andare a caccia, senza sapere di cosa…

… rischieresti di essere incuriosito da ogni cosa che si muove, ma non “caveresti un ragno dal buco”.

Esiste un modo ben preciso per Individuare l’Immobile “giusto” velocemente, in modo scientifico e replicabile.

E’ un fatto noto…

Uno dei problemi più grandi che incontra chiunque voglia investire e guadagnare con le Aste Immobiliari è capire COME INDIVIDUARE L’OPPORTUNITA’ “GIUSTA” / L’IMMOBILE “GIUSTO”

Ci sono davvero PARECCHI IMMOBILI ALL’ASTA, ma non tutti sono idonei per fare un investimento immobiliare.

Anzi, direi che la maggior parte di essi non lo è affatto!

L’Investitore Immobiliare Amatoriale perde ore ed ore alla ricerca dell’Immobile “giusto”…

…fa ricerche generali, cioè legge volantini pubblicitari, consulta i siti dei Tribunali, guarda sul Portale delle Vendite Pubbliche.

Quando vede una scheda pubblicitaria che sembra accattivante, ci clicca su ed inizia a farsi un’idea.

Di solito, la prima cosa che guarda è il PREZZO!

Se il prezzo è basso, o sembra basso, va avanti nella ricerca e sfoglia le FOTO…

…se le foto sono belle, va avanti e guarda la DATA DELL’ASTA, per vedere se è vicina o lontana.

Se la data è lontana inizia a sfregarsi le mani e pensa “Perfetto, il prezzo è basso, l’immobile è bello e ben tenuto, l’asta c’è tra un bel pò, quindi ho tutto il tempo di organizzarmi“…

… insomma inizia a convincersi di AVER TROVATO L’AFFARE!

E allora tutto carico e speranzoso apre l’Avviso di vendita (cd. Bando di gara) e lo legge TUTTO…

…poi apre la mappa di Google per vedere quello che sarà il “suo” immobile, quello che lo farà guadagnare molto bene, e passa un quarto d’ora a “smanettare” sulla mappa…

…poi, infine, apre il file pdf della Perizia di stima e, non sapendo da dove partire, ovviamente parte dal principio, dalla prima pagina (così facevo anch’io un tempo!) e piano piano va avanti…

Ma la Perizia è lunga, il linguaggio non è proprio scorrevole… anzi è proprio OSTICO, quasi incomprensibile…

…ma il nostro amico Investitore Immobiliare Amatoriale non molla!

Munito di tanta pazienza e buona volontà prosegue con lo studio della Perizia, al fine di raccogliere quante più informazioni possibili.

Legge la Descrizione dell’immobile… poi guarda la Categoria Catastale… poi ancora consulta la parte relativa alle Iscrizioni e Trascrizioni pregiudizievoli…

… sembra tutt’apposto.

Intanto passano i MINUTI, le ORE… ma il nostro amico Investitore Immobiliare Amatoriale è sempre più fiducioso di aver trovato l’opportunità della vita…

Infine consulta la Situazione Urbanistica e… BOOM!

 

L’IMMOBILE E’ ABUSIVO, NON AGIBILE E NON SANABILE!

 

Questa sì che è una doccia gelata…

Ma come?! Proprio ora che iniziava ad immaginarsi come un vero affarista, coi soldi in tasca, nella sua nuova casa!

Questo è quello che succede al 99 % degli Investitori Immobiliari Amatoriali che operano alle Aste senza un Metodo, senza un Sistema…

Impiegano (o forse sarebbe più corretto dire: PERDONO) un sacco di tempo a leggere schede di aste, documenti del Tribunale, Bandi di gara e Perizie di stima…

…per poi accorgersi, DOPO ORE, che quello era un immobile che non andava nemmeno guardato…

…che quell’immobile non solo non era quello “giusto”, non solo non era un Affare…

…ma che era soltanto un GRANDE BLUFF!

 

Morale della favolatempo perso, nessun immobile trovato, zero aste in vista!

 

E’ chiaro che a quel punto la frustrazione prende il sopravvento, ci si sente insicuri, inadeguati, inadatti.

Questo è esattamente tutto ciò che succede a tutti coloro che approcciano il mercato delle Aste Immobiliari in modo NON PROFESSIONALE.

“Ok Achille, ho capito. Ma allora COME posso INDIVIDUARE L’IMMOBILE “GIUSTO”, potenzialmente profittevole? COSA devo fare di preciso?”.

 

Amico/a mio/a il problema è a monte.

Bisogna fare un passo indietro…

Se vuoi impiegare efficacemente il Tuo tempo DEVI innanzitutto conoscere i tuoi MACRO E MICRO OBIETTIVI ed individuare il Tuo “PERCHE'”.

Ho usato l’ “imperativo” (DEVI) perché è obbligatorio!

Non è nemmeno concepibile approcciare il mercato delle Aste Immobiliari senza conoscere ed usare questi concetti.

Difatti, di essi parlo proprio nel PILASTRO N. 1 DEL MIO “METODO ASTAFACILE”.

 

Il Macro e il Micro Obiettivo riguardano il “COSA”. Rispondono alla domanda “Cosa sto cercando esattamente?”.

Il Macro Obiettivo è l’Obiettivo generale, indica a Cosa ti serve l’immobile.

Cerchi una casa in cui andare a vivere?

Cerchi un immobile da mettere a rendita?

Sei interessato ad un immobile da rivendere per fare soldi (cd. trading immobiliare)?

Vuoi un immobile dove spostare gli uffici o la produzione della tua impresa?

Già inizi a comprendere quanto possa essere importante rispondere a queste domande ed avere ben chiari in mente questi concetti a monte, cioè prima di approcciare qualunque ricerca.

Il Tuo Micro Obiettivo, invece, è l’Obiettivo più specifico, indica la precisa tipologia di immobile che ti consentirà di raggiungere e soddisfare il tuo Macro Obiettivo, ovvero individua il preciso oggetto della ricerca.

Il Micro Obiettivo è dunque il mezzo per raggiungere il Macro Obiettivo.

A questo punto sei sulla buona strada, ma non è finita qua.

DEVI conoscere e scrivere nero su bianco (non barare… guarda che ti vedo se non lo fai!) il Tuo “PERCHE'”.

 

Esso indica il Tuo fine ultimo, la Tua motivazione più profonda…

…che può essere un Sentimento (serenità familiare; comodità; status e riconoscimento sociale; sicurezza in sé stessi; ecc.)…

…oppure può essere un Bene Materiale / un Servizio (un gioiello; un orologio; una borsa; l’auto o la moto dei tuoi sogni; una barca; una vacanza di lusso; un viaggio; ecc.).

Dunque il “PERCHE'” indica e risponde alla domanda “qual è il beneficio del beneficio?”.

Ok ok, ti faccio un esempio così mi spiego meglio.

Ipotizziamo che ora vivi in una casa di 60 mq e siete in 4 in famiglia, dunque hai deciso di comprare un immobile all’asta per andarci a vivere con il tuo nucleo familiare (Macro Obiettivo).

Hai bisogno di un immobile con due/tre stanze in più, quindi hai scelto che esso dovrà essere di almeno 110/120 mq con almeno 3 camere da letto, 2 bagni, soggiorno e cucina abitabile (Micro Obiettivo).

Il “Perché” stai cercando una casa più grande è, molto probabilmente, avere maggiore serenità familiare, comodità, riconoscimento sociale, autostima.

Il “PERCHE'” è ciò che ti spinge realmente all’azione, quindi prima lo individui e meglio è!

Lascia stare le persone attorno a te che magari si mettono a testa bassa senza un Metodo a ricercare immobili (senza sapere in realtà nemmeno cosa ricercano).

Puoi essere certo/a che queste persone non hanno mai fatto un’asta immobiliare in vita loro.

Non sarebbe meglio ascoltare e seguire chi queste cose le fa tutti i giorni?

 

Opero nel campo delle Aste Immobiliari da OLTRE 13 ANNI, sono un Avvocato, un
Imprenditore e un Investitore Immobiliare Professionista.

Ho conosciuto decine e decine di persone che aspirano ad investire alle Aste Immobiliari, e queste sono le mie statistiche:

– l’ 80 % di loro sogna di fare un’asta, ma poi non fa nulla;

– il 10 % continua a formarsi, a leggere libri, a fare corsi, a riempirsi di informazioni, però poi non passa mai all’azione, perché non riesce ad Individuare l’Immobile “giusto”;

– il 7-8 % si “butta”, compra l’immobile sbagliato che gli rimane sul “groppone”, e resta a “leccarsi le ferite” per anni (per fare un’Asta Immobiliare Profittevole devi conoscere altre nozioni oltre a sapere come trovare l’opportunità “giusta”!);

– un esiguo 2-3 % ottiene almeno 1 risultato reale e concreto!

Forse il problema principale per il quale gli aspiranti Investitori Immobiliari non ottengono risultati concreti è perché NON SANNO COME INDIVIDUARE L’IMMOBILE “GIUSTO”, L’OPPORTUNITA’

…non hanno le Giuste Informazioni Organizzate tra loro.

Queste persone sono affascinate dal settore immobiliare, sanno o comunque percepiscono che con le Aste Immobiliari si possono fare buoni affari…

…anzi si possono fare proprio molti soldi…

…ma non sanno effettivamente come funzionano le Aste Immobiliari, Dove si trovano, Come si ricerca e si individua in concreto l’Immobile “giusto”, Come ci si procura il capitale necessario.

Quindi queste persone restano “paralizzate”, indecise, frustrate, insicure, e logicamente NON PASSANO MAI ALL’AZIONE… (alimentando l’idea dentro di sé che non sia possibile farle).

Cercare di fare un’Asta Immobiliare Profittevole senza sapere Come Individuare l’Immobile “giusto” / l’opportunità di guadagno è come voler andare a pescare senza sapere dove procurarsi l’esca adatta!

E’ chiaro che non fai mai il passo successivo… non c’è bisogno mica di uno scienziato per capirlo!

“Ok Achille, ho capito quello che mi dici. Ma, in pratica, COSA DEVO FARE PER
INDIVIDUARE L’IMMOBILE “GIUSTO”, l’OPPORTUNITA’?”

 

Te lo spiego subito…

Il vero segreto per individuare subito l’immobile “giusto” è imparare a CONCENTRARE LA RICERCA ESCLUSIVAMENTE SULLA SPECIFICA TIPOLOGIA DI IMMOBILE CHE TI INTERESSA…

… sulla base dei tuoi Macro e Micro Obiettivi (e qui ritorna il fondamentale concetto di Sistema Step by Step su cui si basa tutto il Mio “METODO ASTAFACILE”).

Se vuoi acquistare una casa per andarci a vivere (Macro obiettivo), che sia di 110/120 mq (Micro Obiettivo) con 3 camere, soggiorno, cucina e 2 bagni…

… LIMITA LA TUA RICERCA, coi “Filtri” dei vari siti di riferimento, SOLO ED ESCLUSIVAMENTE su questa specifica tipologia di immobile, della specifica città/zona/quartiere/via che ti interessa.

Seguendo anche soltanto questo mio specifico consiglio, RISPARMIERAI IL 90 % DEL TEMPO ed otterrai risultati 10x VOLTE SUPERIORI!

Guarderai molti meno immobili (perché concentrerai la ricerca solo su quelli che ti interessano veramente)…

…e ne troverai molti di più (in rapporto e rispetto a prima).

Provare per credere…

E ricordati che anche al primo incanto di vendita puoi offrire già un prezzo del – 25 % rispetto alla base d’asta.

Una figata, vero?! E’ la realtà… ecco perché adoro le Aste Immobiliari.

Per ora, fissa soltanto questo CONCETTO CONTROINTUITIVOquando vuoi individuare l’immobile “giusto”, MENO NE GUARDI, PIU’ NE TROVI!

 

E vuoi sapere perché conosco così bene qual è il MODO PER INDIVIDUARE L’IMMOBILE “GIUSTO” alle Aste Immobiliari?

Perché mi sono trovato anch’io nella stessa situazione…

Allora avevo 18-19 anni, tanti sogni nel cassetto e non avevo la minima idea di come dovessi fare.

Poi sono cresciuto, mi sono iscritto all’università e mi sono Laureato in giurisprudenza a Perugia…

… mi sono Specializzato alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali, scuola propedeutica e necessaria per l’accesso alla magistratura…

… e nello stesso anno (2007) sono anche diventato Avvocato.

Ho deciso di esercitare la professione legale a Isernia, mio Paese natale, dove ho iniziato a collaborare in uno studio legale che si occupava prevalentemente di ESECUZIONI IMMOBILIARI (le procedure che preludono alla messa all’asta dell’immobile pignorato).

Pensa che questo studio legale trattava più della metà di tutte le procedure esecutive celebrate presso il Tribunale… pazzesco… una mole di lavoro spaventosa.

Lì ho fatto davvero TANTA ESPERIENZA…

Poi però ho deciso di “staccarmi”, mi sono messo in proprio, ho aperto il mio studio e, un cliente alla volta, mi sono fatto conoscere ed apprezzare.

Dentro di me c’era (perché c’è sempre stata in realtà) la passione per gli immobili, tant’è che fin dai tempi dell’università ho iniziato a leggere libri e frequentare corsi di FORMAZIONE SUGLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI

…per poi appassionarmi sempre di più al settore delle ASTE IMMOBILIARI.

Forse proprio perché, avendole conosciute e studiate così bene prima sui libri all’università, e poi in pratica “sul campo” esercitando la professione legale…

…mi sembrava tutto molto semplice, scorrevole e lineare.

Per me, già allora, non c’erano tabù.

Ogni problema che mi si presentava, lo affrontavo con interesse e lo risolvevo velocemente e con passione.

Ovviamente erano problemi che all’epoca gestivo per conto dei miei CLIENTI
IMMOBILIARISTI…

…i quali, sapendomi ESPERTO E SPECIALIZZATO NELL’IMMOBILIARE, si rivolgevano a me per essere seguiti ed assistiti sia alle aste immobiliari, che per acquisizioni sul mercato libero.

Intanto nella testa mi frullava sempre più spesso un pensiero:

“ma perché devo solo aiutare gli altri a fare affari alle Aste? Non posso farli anch’io?”.

 

In fin dei conti, il grosso del lavoro lo facevo io per loro:

io analizzavo l’operazione, io facevo la due diligence legale ed urbanistica (quest’ultima con l’ausilio un ingegnere, un architetto o un geometra), io preparavo le offerte di partecipazione all’asta, io partecipavo all’asta per loro conto.

Loro facevano solo tre cose: trovavano l’Opportunità (l’immobile “giusto”), mettevano il Capitale (o comunque se lo procuravano), stimavano il Probabile Valore di Mercato (cd. PVM) dell’immobile
che era in asta.

Poi ho capito che queste tre cose erano forse proprio le più importanti.

Specialmente l’INDIVIDUAZIONE DELL’IMMOBILE “GIUSTO”, potenzialmente profittevole, è assolutamente determinante!

Sempre spinto dalla mia forte passione per il settore immobiliare, tempo qualche mese ed avevo imparato anche io a trovare l’opportunità, a procurarmi il capitale necessario, a calcolare il PVM.

Ora sapevo fare TUTTO… e non sapevo fare NIENTE!

 

Nel senso che, sulla carta, teoricamente e come professionista del settore immobiliare, ero il TOP

…ma nella pratica, come investitore immobiliare? Ovviamente VALEVO ZERO

…perché in realtà non avevo mai fatto nemmeno una sola operazione immobiliare per me stesso.

Avevo immagazzinato talmente tante informazioni da non sapere effettivamente come gestirle, come metterle in fila, da dove partire, cosa fare prima e cosa fare dopo, a cosa fare attenzione per evitare di sbagliare.

Poi, dopo qualche mese, ho finalmente trovato il bandolo della matassa!

Con calma e determinazione sono riuscito a mettere in fila TUTTI I SINGOLI STEP (ivi compresa la veloce Individuazione dell’Immobile “giusto”, profittevole) per Vincere un’Asta.

Sono riuscito finalmente a protocollare il METODO che mi permette oggi di fare denaro con le Aste Immobiliari a mio piacimento, e a farlo in modo Scientifico, Sicuro e Replicabile.

Ho scoperto che c’è un punto esatto da dove partire…

…e degli STEP DETERMINATI da seguire in un PRECISO ORDINE CRONOLOGICO (non si può interscambiarli, non si può improvvisare).

Tralasciare o spostare anche soltanto uno dei cronologici passi necessari fa “saltare” tutta l’operazione!

Ecco perché soltanto il 2-3 % di chi prova ce la fa…

E TU?  Vuoi far parte di questo esiguo 2-3 % che ce la fa?

 

E’ come quando devi costruire una casa:

1. Devi prima fare lo scavo;

2. Poi fai le fondazioni;

3. Poi alzi i muri, fai gli impianti e i solai, e così via fino al tetto;

4. Infine ti occupi dei rivestimenti esterni ed interni: pavimenti, piastrelle, infissi, porte, eccetera.

La sequenza da seguire è quella, e va osservata con precisione, punto per punto!

Cosa succederebbe se mettessi pavimenti e piastrelle prima di aver fatto il tetto?

Ecco, appunto… faresti un gran pasticcio.

E’ così che ho creato il Mio Metodo Unico (che poi ho chiamato ASTAFACILE, tra un pò capirai il perché)…

…fatto di SEMPLICI ma NECESSARI STEP da seguire scrupolosamente, uno dopo l’altro, in un ordine cronologico ben preciso.

E poi cosa ho fatto? Lo vuoi sapere? (adesso viene il bello…)

L’ho testato per tre mesi su 15 aste che avevo selezionato (cioè ho simulato la partecipazione a quelle aste, 5 al mese per tre mesi, per vedere cosa sarebbe successo) e… rullo di tamburi…

BOOM! Il Sistema funzionava alla grande…

Ho rilevato che se avessi effettivamente partecipato a quelle 15 aste da me selezionate, 5 al mese, seguendo Step-by-Step il Mio “METODO ASTAFACILE”, in 3 mesi me ne sarei aggiudicate addirittura 3!

UNA AL MESE…

…e con una percentuale media del – 47 % di Sconto sull’Acquisto rispetto al valore di mercato e con un ROI (Ritorno sull’Investimento) pari al + 40 % Netto alla rivendita.

Ok, era arrivato il mio momento! Ci dovevo provare…

…avevo creato un Sistema Unico che era una Bomba, non c’era più nemmeno un minuto da perdere…

E quindi cosa ho fatto?

 

Avevo Individuato e selezionato altre 5 aste.

Seguendo il Mio Metodo passo-passo, preparo le offerte, partecipo alle prime due da calendario e…

mi aggiudico la seconda!

Così… FACILE FACILE (ecco perché l’ho chiamato “METODO ASTAFACILE”):

un Appartamento residenziale (+ garage e posto auto) sito a Montesilvano (PE), a 61.000 €… a fronte di un probabile valore di mercato (cd. PVM) pari a 125.000 €.

Continuo scrupolosamente a seguire il Mio Metodo: quindi pago il fondo spese, ottengo il decreto di trasferimento, sgombero l’immobile, lo ristrutturo e lo valorizzo spendendo altri 14.081,68 €…

…poi lo metto in vendita a 125.000 € ed inizio ad effettuare le visite.

In men che non si dica ricevo tre offerte, però tutt’e tre ad un prezzo più basso di quello richiesto.

Mi impongo e dico: “o 125.000 € o niente“.

Uno di loro accetta: l’AFFARE E’ FATTO!

 

Faccio i conti: 125.000 € (prezzo di rivendita) – 61.000 € (prezzo di aggiudicazione) – 14.081,68 € (tot. spese post aggiudicazione) = 49.918,68 € di Utile Lordo / Plusvalenza.

Il giorno del rogito pago al Notaio 9.983,66 € di Imposta sostitutiva, dunque mi metto in tasca un Utile Netto di + 39.935 €, con un ROI del + 47 %.

Ma aspetta… adesso viene il bello (specialmente per chi pensa che non si possano fare le Aste senza soldi o con pochi soldi propri)…

… siccome IO nell’operazione avevo messo DI TASCA MIA SOLTANTO 6.100 EURO (cioè solo quelli del deposito cauzionale iniziale; gli altri me li sono fatti prestare), ho realizzato un ROE (Ritorno sul MIO Capitale Investito) del + 655 %.

Dunque, riepilogando: UTILE NETTO + 39.935 €, ROI + 47 %, ROE + 655 %.

 

Non male come prima asta immobiliare, direi…

Con una sola operazione e quasi senza soldi avevo guadagnato l’EQUIVALENTE DI 2 ANNI DELLO STIPENDIO MEDIO ITALIANO di chi lavora 8 ore al giorno dal lunedì al sabato… pazzesco…

No amico/a mio/a, non sto sparando cazzate, è la pura verità.

Nel Mio Report, dove spiego punto per punto i 13 PILASTRI DEL “METODO ASTAFACILE”, riporto gli atti pubblici da dove si evincono chiaramente tutti i dati di cui ti sto parlando.

In realtà nel Report mostro e documento anche altre aste immobiliari che ho portato a termine in maniera profittevole…

…come quella che ho concluso in pieno periodo di Pandemia da Covid-19, nella quale ho realizzato un Utile Netto di + 44.272 € e un ROI del + 52 % in Soli 71 Giorni.

 

E’ proprio questa una delle ragioni per cui mi piace tanto l’immobiliare: è scritto tutto nero su bianco, se hai risultati lo puoi dimostrare facilmente.

Le chiacchiere stanno a zero!

Non sai ora le risate che mi faccio quando alcuni Investitori Immobiliari (…o almeno così si definiscono loro) mi dicono:

E’ impossibile individuare aste profittevoli

Ci vuole troppo tempo per trovare l’Immobile “giusto”; e pure quando lo trovi, chi ti dice che sia veramente un affare?”

 

“Per fare le aste devi per forza avere tanti soldi tuoi”

 

“Alle Aste c’è troppa gente, è diventato impossibile aggiudicarsi un immobile”

 

Quante stupidaggini…

Poi chiedo loro “Quante aste avete fatto il mese scorso?” e loro mi rispondono “Zero“.

E allora domando loro “ok, quali sono i vostri Macro e Micro Obiettivi?” e loro mi rispondono “ma cosa sono?“…

…e allora aggiungo “avete un Obiettivo di ricerca anche se generico, sapete di preciso cosa ricercate?“… e loro SEMPRE mi rispondono “no, andiamo a braccio, ci fidiamo del nostro istinto da imprenditori!“.

Poi chiedo loro “se non sapete di preciso cosa cercare, come farete a trovarlo?“, e lì noto che mi guardano restando a bocca aperta…

…perché si rendono conto che in realtà ciò che fanno NON HA SENSO, NON E’ PROFESSIONALE, non porterà nessun risultato utile.

Se fosse vero che non esiste un criterio ben preciso per Individuare l’Asta “giusta”, l’Immobile “giusto”, l’opportunità “giusta”, quella profittevole e senza problemi insomma…

…io non avrei mai fatto la mia prima operazione immobiliare…

…e oggi non starei qui a scriverti che non solo è possibile, ma NON E’ NEMMENO COSI’ DIFFICILE come tutti credono!

Chi ti dice che non è possibile è soltanto perché non è un PROFESSIONISTA DELLE ASTE IMMOBILIARI, tutto qua.

Quando ho conosciuto ed applicato i concetti di “Macro/Micro Obiettivi” e il “Perché”, per individuare la mia Prima Asta profittevole ho impiegato 1 SOLO GIORNO

…ma perché ero alle prime armi.

Ora impiego anche solo pochi minuti, è diventato veramente un gioco per me…

…e la cosa bella è che mi diverto molto nel farlo, mi stimola, quindi la ricerca non mi pesa affatto.

Prova ad immaginare che meravigliosa sensazione di potere, sicurezza e realizzazione provi quando riesci ad Individuare l’Immobile profittevole in pochi minuti, ogni volta che ti metti alla ricerca.

E’ una cosa fantastica… e in quel momento capisci di non avere più scuse per non provarci.

Se impari a risolvere il problema di COME INDIVIDUARE ALL’ASTA L’IMMOBILE “GIUSTO”, non c’è più niente che ti possa fermare dall’Aggiudicarti la Tua Prima Asta Immobiliare in tempi record!

Di questo aspetto parlo nel PILASTRO N. 6 DEL MIO REPORT SUL “METODO
ASTAFACILE”.

Ok, a questo punto sono sicuro che tutti i tuoi dubbi si siano disciolti come neve al sole!

Quand’ho creato il Mio Sistema Unico è stato come se avessi finalmente scoperto una “ricetta” magica che – se seguita passo-passo, scrupolosamente – mi avrebbe consentito di “mangiare torte” ogni volta che avessi voluto…

E così è stato…

Da allora non mi sono più fermato, mi sono aggiudicato diverse altre aste, e tante altre ne hanno fatte coloro che si sono fidati di me ed hanno seguito i 13 PILASTRI DEL MIO “METODO
ASTAFACILE”

…che ora voglio condividere con Te, affinché anche Tu possa vincere la Tua Prima Asta Immobiliare in Soli 71 Giorni e realizzare un Utile Netto di + 44.272 € e un ROI del + 52 %, in modo veloce, sicuro e replicabile…

…anche se finora Non hai mai Individuato un Immobile profittevole ad un’Asta ed hai solo una vaga idea di come si faccia un’Asta Immobiliare…

CHECKLIST DEI 13 STEP DEL “METODO ASTAFACILE”

1. Fissa i tuoi Obiettivi ed identifica il tuo “Perché”
2. Mappa il Territorio
3. Acquisisci le Competenze Tecniche Minime Necessarie
4. Definisci e Trova il Capitale necessario
5. Dove e Come Ricercare l’immobile “giusto” / l’opportunità
6. Come Individuare l’immobile “giusto” / l’opportunità
7. Come Valutare l’immobile
8. Come Valutare l’Opportunità Immobiliare ed essere certo/a che si tratti veramente di un Affare
9. Fai il Business Plan
10. Partecipa all’Asta
11. Ristruttura e Valorizza l’immobile
12. Vendi l’immobile
13. Trova un Mentore

Bene… questi sono i singoli Step che devi seguire se anche TU vuoi guadagnare un Utile Netto di + 44.272 €, con un ROI del + 52 %, in Soli 71 Giorni grazie alle Aste Immobiliari…

… e raggiungere così la libertà che meriti, vivere una vita più serena, migliorare la tua autostima, sentirti più sicuro/a di te, comprare l’auto o la moto dei tuoi sogni, fare quella vacanza o quel viaggio che da troppo tempo rimandi…

…e ottenere un riconoscimento sociale degno di chi – come Te – si mette in gioco, agisce e VINCE!

 

Clicca sul pulsante “REPORT METODO ASTAFACILE Scarica Ora – 100% Gratis” e Scarica Subito il Report sul Mio Metodo Unico – GRATIS 100 %